IDROSCALO. DE CHIRICO (FI): INACCETTABILE TRIONFALISMO DI SALA

Milano – I toni trionfalistici delle dichiarazioni del Sindaco metropolitano, Beppe Sala, hanno un retrogusto di presa in giro. Infatti, lo stanziamento di 1 milione e 800 mila € – in tre anni – da parte dello sponsor Cap Holding sono briciole in confronto ai quattrini che dovrebbero essere investiti da Città Metropolitana per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture del “Mare di Milano”. Impianti elettrici non a norma, passerelle traballanti, inaccessibilità alle strutture sportive da parte dei disabili sono solo alcune delle grandi carenze. Da anni gli stanziamenti a bilancio dell’ex-Provincia riportano un drammatico Zero. Ci si deve affidare alla partecipata della Città Metropolitana per la manutenzione del verde, per la rimozione delle alghe e per il ripristino della segnaletica. Uno sponsor che è quasi “obbligato” a investire in un’importante struttura idrica che, allo stato attuale delle cose, fa più vergognare che rendere orgogliosi. Altro che “rifarsi il look”. L’ultima amministrazione provinciale di Milano ne aveva fatto un gioiello ed i milanesi erano felici di frequentarlo, grazie ai servizi, all’ordine ed alla sicurezza garantiti. Con l’introduzione della legge Delrio, Pisapia prima e Sala poi avrebbero voluto scaricare l’Idroscalo, ma invece le potenzialità sarebbero enormi con una fermata della metropolitana di prossima apertura a 250 metri. Oggi bisogna sperare che il CONI investa pesantemente per realizzare l’Acquacetosa del Nord e far tornare l’Idroscalo agli antichi splendori, quando era punto di aggregazione per famiglie ed anche ottima sede per eventi sportivi e musicali. L’Idroscalo compie 90 anni e grazie a Sala non ci rimane che vivere di ricordi sfogliando vecchie foto di repertorio.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi