IL BILANCIO DELLA DUE GIORNI TENUTASI A CASTELFRANCO EMILIA

Festival del Lambrusco, apprezzamento per la ricchezza e la qualità dell’offerta e la splendida cornice di Villa Sorra
Non sono mancati gli ospiti stranieri. Tra loro anche importatori provenienti dagli Stati Uniti e dalla Germania. Tutto esaurito per la lectio magistralis dello scrittore Valerio Massimo Manfredi dedicata al vino nella storia.
È positivo il bilancio della prima edizione del Festival del Lambrusco tenutosi all’interno della splendida cornice di Villa Sorra durante il fine settimana. Ad essere particolarmente apprezzata è stata prima di tutto la qualità e la ricchezza dell’offerta: 40 cantine di Modena, Reggio Emilia e Mantova hanno presentato il meglio della propria produzione sempre più orientata all’eccellenza del prodotto e con un occhio ancora più attento al prodotto naturale, in cui cioè l’intervento tecnico dell’uomo è ridotto al minimo e comunque sempre frutto delle migliori tradizioni.
Una tendenza che osservando i visitatori sembra avere pienamente soddisfatto non solo chi ha scelto di trascorrere qualche ora degustando il vino rosso frizzante per eccellenza, ma anche gli addetti i lavori che hanno approfittato di questa kermesse per incontrare di persona i produttori. Tra questi ultimi diversi ristoratori – tra loro anche qualche chef stellato – che con curiosità e passione hanno fatto mille domande ai produttori per scoprire i segreti delle etichette proposte per arrivare poi ad arricchire la carta dei vini dei propri ristoranti. Non sono infine mancati gli ospiti stranieri, turisti, cha hanno scelto di fare una gustosa e frizzante deviazione per assaggiare un bicchiere fresco di lambrusco, ma anche operatori commerciali. Tra loro anche John Cressman, americano di Chicago, che importa vini di qualità negli USA. “Sono qui per conoscere il lambrusco vero. Oggi negli Usa troppo spesso il lambrusco è un vino, dolce, che poco ha a che fare con quanto ho assaggiato qui. Ci sono davvero tante piccole cantine che realizzano prodotti di alta qualità che hanno tutte le carte in regola per sbarcare nei mercati del nord America e ottenere un successo importante” ha sottolineato l’importatore di vini di Chicago.
All’interno del programma della seconda giornata per il numero di spettatori che hanno partecipato è sicuramente da evidenziare la Lectio Magistralis sul vino nella storia dell’archeologo e scrittore di grandi bestsellers, Valerio Massimo Manfredi.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi