LABRIOLA: Ilva. “Tavoli inutili, ascoltare il territorio”

“La partita che si sta giocando sullo stabilimento di Taranto assume ogni giorno contorni sempre piu’ incerti e preoccupanti. Non si riesce a comprendere perche’ se e’ la questione ambientale quella che sta piu’ a cuore al governo non siano state previste, insieme alla lettura delle 23mila pagine del dossier, delle ispezioni all’interno dello stabilimento per rendersi conto con i propri occhi cosa si e’ fatto e cosa si sta facendo”. Lo dichiara in una nota Vincenza Labriola, deputata di Forza Italia ricordando che “in piu’ di una circostanza ho denunciato come la copertura dei parchi primari, opera fondamentale per la salute dei cittadini, stia procedendo su linee sbagliate”. “Il progetto – spiega – e’ stato depotenziato di ben 300milioni, rispetto ai 700milioni previsti nella prima stesura e cio’ fa pensare che molto verra’ sacrificato in termini di efficienza dell’opera. Il recente progetto di ricoprire i parchi minerari con una struttura senza precedenti in quanto a dimensioni, oltre ad impedire definitivamente ogni opportunita’ di sviluppo logistico, portera’ come risultato anche mortificazione della residua vocazione turistica della citta’. Infatti, il perimetro esteso del parco minerali dell’Ilva impedisce la costruzione sia di un corridoio diretto tra Taranto e Grottaglie sia la posa di un doppio binario diretto tra porto ed aeroporto. E’ quindi necessario un nuovo vincolo urbanistico per tutelare gli spazi da destinare ad un futuro corridoio logistico di collegamento porto-ferrovia ed aeroporto di Grottaglie che possono dare nuovo impulso tanto all’industria quanto al turismo. Invito pertanto i Ministri Costa e Di Maio a valutare lo studio progettuale realizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Taranto che darebbe risposte concrete ad un opera che rischia di bloccare la ripresa e lo sviluppo del territorio. Consiglierei inoltre, al Ministro Di Maio che forse cio’ che serve a noi tarantini, piu’ che sederci inutilmente ai tavoli istituzionali, e’ un vero dialogo per porgli soluzioni concrete che partano dal territorio. Questo e’ l’ascolto che vorremmo su fatti e progetti perche’ i governi cambiano ma i problemi restano i nostri”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi