Libri: la Croce rossa e l’alluvione di Firenze, in Consiglio il lavoro di Jasinski

Firenze – ‘La Croce Rossa Italiana nell’alluvione del 4 novembre 1966. Il ruolo del Comitato di Firenze’. Sarà presentato giovedì 2 novembre, alle 17.30, nella sala del Gonfalone del palazzo del Pegaso, il libro di Riccardo Romeo Jasinski, Edizioni Tassinari. Il volume mette in luce una parte dei soccorsi che è risultata fondamentale, ma che è rimasta lontana dagli onori della storia. Foto dell’epoca, documenti, relazioni sui soccorsi ricevuti e distribuiti ai fiorentini e non solo. Semplici pezzi di carta con annotati gli oggetti donati, lettere di richieste di aiuto di cittadini indirizzate al Comitato della Croce rossa di Firenze, di Roma, ma anche di Ginevra, sede del Comitato Internazionale della Croce Rossa. Jasinski, colonnello commissario del corpo militare della Croce rossa in congedo, è stato un ‘angelo del fango’, ed è intervenuto in molte delle emergenze che negli ultimi anni hanno colpito l’Italia e altri paesi, ricevendo vari riconoscimenti.

Alla presentazione interverrà il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, alla presenza dell’autore, con Paolo Padoin, già prefetto di Firenze e presidente dell’Opera Medicea Laurenziana; Elvezio Galanti, esperto di protezione civile, già direttore del Dipartimento della protezione civile; il presidente del comitato Croce Rossa Italiana di Firenze, Lorenzo Andreoni, e Paolo Vanni, emerito dell’Università di Firenze.

 

 



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi