Libri: quando c’era la valle delle miniere, il racconto di Marta Bonaccini

Presentato il volume che narra la storia di Castelnuovo dei Sabbioni. Giani: “Istituire un premio per gli scritti di storia locale”. Vadi: “Una terra che ha sempre lottato per i diritti”
Firenze – Una storia di duro lavoro, di luci e ombre, una vera epopea di una popolazione che ha promosso lo sviluppo del Valdarno superiore. La racconta Marta Bonaccini nel libro “La valle delle miniere” (Aska edizioni), dedicato al bacino minerario di Castelnuovo dei Sabbioni nel territorio di Cavriglia. Per circa un secolo nella valle del Valdarno aretino si è scavata lignite in gallerie sotterranee, fino a quando, nell’ultimo dopoguerra, la società mineraria avviò un nuovo progetto tecnologicamente avanzato, il Progetto S. Barbara, che determinò la chiusura delle miniere e la coltivazione della lignite a “cielo aperto” con potenti macchine escavatrici per l’alimentazione della centrale termoelettrica. Attraverso la memoria di tanti testimoni, l’autrice fa rivivere quel mondo perduto: tornano i luoghi, i profumi, i sapori, i colori, la vita con i suoi momenti felici e oscuri di ‘quella’ valle che oggi ha un nuovo volto e una nuova vita.
Alla presentazione del volume, che si è tenuta questo pomeriggio nella sala Gigli di palazzo Panciatichi, sono intervenuti il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani e la consigliera regionale Valentina Vadi. “Qui, con il bellissimo lavoro di Marta Bonaccini, parliamo di tratti fondativi dell’identità toscana”, ha dichiarato il presidente Giani. “La Toscana è tra le regioni dalla più ricca identità in tutto il mondo. Un’identità che vive di molte pagine, di storie legate ai territori. Una di queste pagine la scrivono le miniere, che fin dai tempi degli etruschi hanno accompagnato il nostro cammino. Il capitolo di Cavriglia è molto importante, Marta Bonaccini lo illustra e documenta mirabilmente”. Giani chiude con un auspicio e un’intenzione finale: “Voglio arrivare ad istituire un premio per una categoria di persone che chiamo gli ‘storici locali’. Non sto parlando di professionisti, ma delle tante persone che ci propongono parti dell’identità e della storia dei nostri Comuni. Si tratta di un giacimento culturale fondamentale per la Toscana, il Consiglio regionale è il luogo per celebrarlo”.
“Marta Bonaccini racchiude in queste pagine un amore profondo per un territorio, un paesaggio – ha detto Valentina Vadi – che ha subìto negli anni profonde trasformazioni. La Valle delle miniere è stata soprattutto una terra di lotta per i diritti dei minatori, per il lavoro, per l’adeguamento del salario, per una vita dignitosa. Il Valdarno è davvero terra di solidarietà, come scrive Marta Bonaccini: è una terra che ha sempre lottato per i diritti e che continua a farlo ancora oggi, in uno scenario sociale, economico e culturale profondamente modificato. E in questo essere terra di solidarietà e di diritti, di lotte per i diritti fondamentali, individuali e della persona, il Valdarno deve molto alla forza morale e ai valori dei minatori”.
All’appuntamento, con l’autrice, era presente anche il vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Cavriglia Filippo Boni. Durante la presentazione del volume è stato proiettato un video sulla storia del bacino minerario di Castelnuovo dei Sabbioni, a cura di Alfonso Biagioni, mentre Filippo Catelani ha letto alcuni brani tratti dal libro.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi