Luisa Regimenti: La mortalità giovanile raggiunge numeri allarmanti. Ogni anno perdiamo migliaia di vite

La mortalità giovanile legata al disagio raggiunge numeri allarmanti. Ogni anno perdiamo migliaia di giovani che si sottraggono alla vita perché non riescono a reggere il peso dell’esistenza. Un disagio che si esprime e si sfoga attraverso molteplici forme: alcool, droga, comportamenti autolesionistici fino ad arrivare al suicidio. Oggi le cronache riportano l’agghiacciante storia del ragazzino di 13 anni che a Roma si è lanciato dalla tromba delle scale della sua scuola, davanti agli occhi dei compagni di classe. Il movente va spesso ricercato nell’insicurezza: si beve, si assumono stupefacenti per ritrovare sicurezza, per muoversi meglio dentro al branco e sentirsi accettati da loro o per sfuggire al bullismo. Noi adulti dobbiamo cercare di mostrare grande attenzione ai dettagli, provando a tenere aperto il canale del dialogo con i ragazzi: lasciare che si sfoghino con noi, che si confidino con noi, che si lascino aiutare quando hanno un problema o un disagio. Un bambino che sa di potersi confidare con la sua famiglia è un bambino più forte contro il bullismo.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi