M5S: Bretella Campogalliano-Sassuolo? Sarà groviera come Modena-Sassuolo

“Gli automobilisti, buona parte pendolari, che percorrono quotidianamente la bretella Modena – Sassuolo sono ormai abituati: alla fine dell’inverno, ogni anno, si aprono voragini nel manto stradale che mettono a serio rischio la loro incolumità”. Lo dichiarano i candidati M5S Michele Dell’Orco, Claudio Brandoli ed Enrica Toce commentando gli incidenti e i problemi di viabilità avvenuti in questi giorni sulla strada statale Modena Sassuolo anche a causa del manto stradale scivoloso e delle buche che si sono aperte con le piogge. “Sono anni che il MoVimento 5 Stelle e molti cittadini denunciano e chiedono conto all’Anas, responsabile dei tratti incriminati. Anche quest’anno -aggiungono in tono amaro i candidati – siamo certi riceveremo le solite rassicurazioni, ci diranno che in agosto verrà rifatto il manto stradale, che questa volta verrà realizzato con asfalto drenante e che sarà l’ultima volta che si manifesterà il problema. Poi il prossimo anno a fine inverno saremo da capo. Gli utenti si troveranno quindi come al solito a percorrere per quasi 6 mesi una strada in condizioni al limite della sicurezza, certi che questo causerà, nella migliore delle ipotesi, inevitabili danni alle sospensioni delle loro auto e allungherà i tempi di percorrenza quotidiani”.

“La risposta della politica locale e del PD a tutto questo è la più aberrante – sostengono i pentastellati- incapace di gestire la manutenzione di un asse viario ne vuole costruire in secondo, con un esborso di stimato di 234 milioni di euro (come sempre accade, poi a consuntivo costerà probabilmente almeno il doppio), che passi in area umida di interesse naturalistico con evidente degrado del territorio. Immaginiamo quale possa essere il risultato, non son capaci e dicono di non aver soldi per fare manutenzione a una strada, figuriamoci a due”.

“Il MoVimento 5 Stelle – concludono i candidati M5S- chiede da anni l’abbandono del progetto e che i fondi previsti vengano utilizzati per un piano di manutenzione straordinaria vero ed efficace sull’attuale asse viario, il completamento e alla messa in funzione dello scalo di Marzaglia, costruito e inutilizzato da anni e il potenziamento della linea ferroviaria Modena – Sassuolo. Bonaccini, Del Rio e Muzzarelli in tutta risposta continuano nel loro programma in cui l’inutile opera viene definita d’interesse strategico nazionale”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi