Amedeo Laboccetta (Forza Italia): Ripartire dal Sud, il mio impegno per il Mezzogiorno

Dal 23 marzo prossimo, con l’insediamento delle nuove Camere, non sarò più deputato della Repubblica. La mia non ricandidatura alle politiche dello scorso 4 marzo nel partito che un tempo fondò Silvio Berlusconi, e che nessuno finora, ha avuto l’educazione di spiegarmi forse è stata un bene. Infatti, bisogna saper sempre trasformare le negatività in positività. Altrimenti ci si ammala, si rischia di diventare rancorosi. E per fortuna, grazie alla mia volontà e ai tanti amici, che ancor mi ritrovo, non successo. Anzi al contrario. Son ripartito subito, senza far polemiche con nessuno, anche per non offrire alibi a chi non mi vuol bene e pensava di impedirmi così di svolgere il mio impegno politico nella città di Napoli e nella mia regione. E allora dico subito, e non certo a mo’ di sfida, che cosi non sarà. La mia esclusione dalle liste, che ripeto nessuno mi ha mai spiegato, né a livello locale che nazionale, violando ogni principio di viver civile, ha finito per ridarmi una fortissima carica e motivazione. Un nuovo straordinario entusiasmo. Mi ha fatto tornar più giovane. E da ieri, da Napoli con tantissimi vecchi e nuovi amici son ripartito alla grande per una nuova esaltante avventura. Un progetto ambizioso che condividerò con le amiche e gli amici di POLO SUD e CONTROCORRENTE. Da ieri son ripartito a bordo di un treno, che non è un Eurostar, ma un trenino regionale per un lungo viaggio in tutte le stazioni del Sud. Anche le più piccole. Per scuotere le coscienze e far risvegliare l’orgoglio dei meridionali e riportare in pista la mai risolta questione Mezzogiorno. Una questione mai affrontata seriamente ne’ a Sinistra ne’ a Destra, e che oggi purtroppo ha visto prevalere uno sfondamento di quelle truppe giacobine denominate 5stelle. Chi vuol bene al Sud deve provare a fermare questa nuova invasione. Per fortuna già esistono forti sacche di resistenza cariche di esperienza e di cultura. Non è una mission impossibile. Anche se la guerra sarà durissima. Io, nel mio piccolo, intendo dare il mio contributo. La Politica si può fare anche senza la carica pubblica. Già mi è capitato. Invito i tanti amici che fanno politica al Sud per passione a salire a bordo del trenino. L’unica cosa che veramente mi dispiace e che dal 23 marzo non potrò più incontrare, cosi come ho fatto quasi tutte le settimane, per 8 mesi circa il mio fraterno amico Marcello Dell’Utri e fargli dono di buoni e interessanti libri di storia e letteratura. E’ quanto dichiara in una nota il deputato di Napoli di FI Amedeo Laboccetta



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi