Meningite, 3 morti dall’inizio del 2018

FIRENZE – Con l’anziano morto a Torregalli nella notte tra lunedì e martedì, in Toscana salgono a 3 i decessi per meningite da meningococco C dall’inizio del 2018, su un totale di 5 casi di meningite, di cui 4 C. Nel 2017, su 17 casi, di cui 9 C, non c’era stato invece nessun decesso.

Dopo questa morte, l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi rinnova ancora una volta l’invito a vaccinarsi: “Il vaccino – dice – è l’unico modo per proteggersi, dalla meningite come da tante altre malattie. Da quando la Regione Toscana ha avviato la campagna straordinaira di vaccinazione contro la meningite da meningococco C, si sono vaccinate quasi un milione di persone. Ma le morti di questi primi mesi del 2018 ci dicono che non possiamo ancora abbassare la guardia. Abbiamo prorogato la campagna ancora di un anno, fino al 31 dicembre 2018. Invito quindi tutte le persone a vaccinarsi, dal proprio medico curante o agli ambulatori della Asl. Il vaccino è gratuito, e non ha controindicazioni di alcun tipo”.

Questi i casi di meningite da meningococco C dal 2015, anno in cui in Toscana si è registrata un’impennata di casi, che ha fatto poi decidere la Regione per varare la campagna straordinaria di vaccinazione, ancora in corso fino al 31 dicembre 2018.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi