Musica, storia, sapori e tradizioni: alla scoperta dei tesori di Crema sulle note di Fresu, O’Neal e Bonaccorso durante il Jazz Art Festival (9-17 luglio)

Musica, storia, sapori e tradizioni: alla scoperta dei tesori di Crema sulle note di Fresu, O’Neal e Bonaccorso durante il Jazz Art Festival (9-17 luglio)
L’incantevole città lombarda, a 40 minuti d’auto da Milano, ospiterà in luglio la seconda edizione della rassegna organizzata dall’associazione Non Solo Jazz in collaborazione con il Comune di Crema e l’etichetta Jazzy Records. Un’occasione imperdibile per trascorrere un weekend fuori porta, lasciandosi ammaliare dalle architetture medievali e rinascimentali del centro storico e facendosi sedurre dalla squisita gastronomia locale Paolo Fresu e Javier Girotto. Rosario Bonaccorso e Johnny O’Neal. Cinzia Roncelli e Dino Rubino. Sono solo alcuni dei grandi artisti che parteciperanno alla seconda edizione del Crema Jazz Art Festival, raffinata rassegna musicale (il direttore artistico è il pianista e compositore Giovanni Mazzarino) che si svolgerà nella città lombarda da sabato 9 a domenica 17 luglio. Questa manifestazione, organizzata dall’associazione musicale Non Solo Jazz in collaborazione con il Comune di Crema e l’etichetta discografica Jazzy Records, è una delle tante iniziative che ha per protagonista Crema, incantevole località lombarda a circa 40 minuti d’auto da Milano, che quest’anno si fregia del titolo di “Città europea dello sport”.
Ma Crema è, soprattutto, una città a misura d’uomo, un borgo che conserva in gran parte la sua fisionomia medievale e rinascimentale e che merita di essere (ri)scoperta dai semplici curiosi e dai viaggiatori più esperti e smaliziati. Anche solo per un weekend fuori porta, magari con il pretesto di ascoltare un po’ di buona musica…
Uno scrigno di tesori architettonici.
La città racconta una ricca storia attraverso pietre antiche, architetture religiose edificate con raffinata costanza nel tempo, eleganti dimore private e palazzi pubblici di rilevante pregio artistico. Dal castrum bizantino al libero comune, dall’influenza viscontea alla lunga dominazione veneta, tutto conserva la memoria delle epoche che hanno visto la città al centro di importanti vicende. Crema presenta un affascinante impianto medievale e conta esempi di grande architettura (tra cui ricordiamo la Cattedrale in stile gotico-lombardo, il cinquecentesco Palazzo Comunale con il coevo Torrazzo e la splendida basilica di Santa Maria della Croce).  Ma la sua intrinseca bellezza dimora soprattutto nei dettagli, scorre sulle facciate, sui fianchi degli edifici che delineano le strette vie del centro e sulle pavimentazioni antiche, si raccoglie nei cortili patrizi e nei giardini ombrosi e abita il caldo impasto cromatico della terracotta. Le prelibatezze della gastronomia locale.
Quiete e relax, sport e ambiente (con un’invidiabile offerta di percorsi naturalistici da percorrere a piedi e in bicicletta), arte e cultura: sono tante le peculiarità del territorio cremasco. Ma la città lombarda è sinonimo (già dal nome, verrebbe da dire…) anche di eccellenza gastronomica. La cucina locale affonda le sue radici nella tradizione contadina, con un largo uso di animali da cortile come il maiale, l’oca e l’anatra. Famosi sono anche i primi piatti, i formaggi locali (su tutti il Salva Cremasco), i salumi e i dolci (dalla Treccia D’Oro alla Spongarda, fino al Torrone di Bandirali). Ma l’autentico vanto della tradizione culinaria cremasca è rappresentato dai tortelli, realizzati con pasta fresca ripiena di un delicato impasto dolce a base di amaretti al cioccolato e spezie condita con abbondante burro e formaggio. La caratteristica tipica di questo piatto è l’equilibrio tra la dolcezza del ripieno, il condimento saporito e il giusto spessore della pasta. Impossibile resistervi.

Il Crema Jazz Art Festival  
Martedì 12 luglio è previsto, al Cremarena, il concerto forse più importante della manifestazione (l’unico a pagamento; biglietti 14-20 euro), quello del duo composto da Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura, artisti che non hanno bisogno di presentazioni. Gli altri live con i musicisti più attesi della rassegna sono in programma nel weekend e sono tutti a ingresso libero: da venerdì 15 luglio in Piazza Duomo, il cuore della città, si sposta il main stage sul quale salirà il Cinzia Roncelli quintet feat. Max Ionata, impegnato in “So in Love”, un tributo a Cole Porter. Con Cinzia Roncelli si esibiranno Giovanni Mazzarino (pianoforte e arrangiamenti), Max Ionata (sax tenore), Marco Micheli (contrabbasso) e Nicola Angelucci (batteria).  Sabato 16 riflettori puntati sul trio dello strepitoso pianista statunitense Johnny O’Neal. Infine, domenica 17, l’evento di chiusura sarà affidato al quartetto di Rosario Bonaccorso, uno dei più apprezzati contrabbassisti italiani, che presenterà “Viaggiando”, il suo ultimo progetto discografico. Accanto a lui, in questo cammino fra le note, Roberto Taufic (chitarra), Javier Girotto (sax) e Dino Rubino (tromba e flicorno).
Accanto al cartellone principale non mancano live con altri jazzisti di valore, quali Alessandro Usai, Alberto Gurrisi, Andrea Bruzzone, Serena Ferrara, Simone Daclon, Alex Orciari, Roberto Paglieri e Marco Birro. E, ancora, musicisti espressioni del territorio cremasco come Davide Coppo, Marta Arpini, Marco Doldi, Davide Moretti, Francesco Orio, Fabio Crespiatico e Davide Bussoleni. Infine, da segnalare l’esibizione del Folcioni Jazz Lab quintet, laboratorio di improvvisazione jazzistica condotto dal chitarrista Enzo Rocco che aprirà il concerto di Johnny O’Neal. Le mostre d’arte – Pittura, scultura e fotografia grandi protagoniste
Non solo musica: gli organizzatori del Crema Jazz Art Festival intendono valorizzare i molteplici linguaggi della cultura e dell’arte, di cui il jazz non è che un’espressione. Così, nella Sala Agello del Centro Sant’Agostino sarà allestita, da sabato 9 a domenica 17 luglio, la mostra “Jazz is Art” con lavori e installazioni di Andrea Miragoli (pittore), Giovanni Cappelletti (scultore) e Roberto Gramignoli (fotografo). Inoltre, alcune opere dei tre artisti verranno esposte sui palchi del Cremarena e di piazza Duomo, “accompagnando” così le performance dei musicisti.
Maggiori informazioni:
Pagina Facebook ufficiale www.facebook.com/cremajazzart
Internet: www.cremajazzart.it



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi