Non si può più morire di lavoro! È necessaria un’attuazione di un piano nazionale della sicurezza sul lavoro

Ieri mattina a Lamezia Terme un uomo di 50 anni è caduto da un’impalcatura riportando lesioni gravissime. Esprimiamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza all’operaio ferito ed alla sua famiglia. È l’ennesimo incidente sul lavoro, di quelli che in Italia si verificano quotidianamente senza nemmeno fare più notizia. Dall’inizio dell’anno ad oggi, nel nostro Paese siamo arrivati a 389 vittime sul lavoro; per usare un termine caro ai fautori del mercato libero e senza regole, un’unità e mezza al giorno, il che vuol dire un lavoratore e mezzo, perché le lavoratrici ed i lavoratori in Italia non sono altro che numeri, strumenti al servizio della legge del profitto. La strage si consuma in un Paese che ha istituito nel 2009 un Osservatorio degli infortuni sui luoghi di lavoro, alle dipendenze dell’INAIL, dove i morti costituiscono per l’appunto solo numeri e percentuali. Eppure ogni giorno è una strage senza fine di donne e uomini in carne ed ossa, una guerra non dichiarata, una mattanza silenziosa. Rivendichiamo con forza l’attuazione di un piano nazionale della sicurezza sul lavoro, denunciando i gravissimi limiti legislativi e strutturali, le continue inadempienze del legislatore e degli organi pubblici di controllo nelle aziende. In uno Stato dove la tecnologia e il progresso crescono ad un ritmo sempre maggiore, la posizione dei lavoratori e delle lavoratrici regredisce ad una condizione ottocentesca, nella quale condizione sono stati mortificati diritti e dignità. In questo contesto, l’aumento della precarietà, la paura di perdere il posto di lavoro, i ritmi sempre più veloci e flessibili hanno contribuito a rendere meno sicuro il lavoro. In un Paese che si definisce civile non si può più morire di lavoro! Ciò per noi rappresenta una vera e propria emergenza che il Governo e il Ministro del Lavoro in particolare non possono ignorare, urgenza reale rispetto alle tante presunte priorità enunciate dall’esecutivo gialloverde.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi