On. Nicola Fratoianni (Liberi e Uguali) : Una vera e propria guerra civile

Aziende che non rispettano regole sicurezza devono essere chiuse

“In Italia è in corso una guerra civile.  E le vittime sono quei lavoratori, quei precari, che ogni giorno perdono la vita o vengono gravemente menomati sul posto di lavoro. “
Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, di Liberi e Uguali.
“Poco fa – prosegue il leader di SI – a Padova 4 feriti, di cui cui due gravissimi in un’acciaieria. L’11 maggio un morto a Carrara, 2 feriti gravi a Lucca e a Siracusa, il 9 Maggio 1 morto e un ferito in Friuli V.G., il 3 Maggio 1 morto e un ferito in Campania, il giorno della Festa del Lavoro 1 morto in Calabria e uno in Liguria. Come si può definire altrimenti una simile mattanza? “
“Non si muore certo – insiste l’esponente di Leu – per colpa del destino cinico e baro. Serve estendere in tutti i luoghi di lavoro una cultura della prevenzione, permettere ed estendere i controlli, aumentare gli ispettori del lavoro tagliati nel corso di questi anni.
Ma evidentemente questo non è sufficiente , servono a questo punto atti forti e significativi: le aziende che non rispettano o che non fanno rispettare le regole della sicurezza devono essere CHIUSE.
Chi non rispetta le regole – conclude Fratoianni – non rispetta la vita delle persone.”



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi