PALAZZO OCCUPATO DA OLTRE 50 IMMIGRATI, COMUNE NON INTERVIENE

L’enorme edificio tra Via Adriano e Via Mulas – commenta Silvia Sardone, consigliere comunale di Forza Italia – è da tempo occupato da decine (si parla di oltre 50) immigrati clandestini, sbandati e anche rom.
L’edificio abbandonato (la società che lo stava costruendo è fallita) che doveva diventare una residenza per anziani è ormai un vero e proprio rifugio per disperati e piccoli delinquenti.
Ho segnalato decine di volte, insieme ai cittadini della zona, questo problema e avanzato alcune proposte ma l’amministrazione non ha mai voluto intervenire negli anni.
Il controllo è praticamente zero, ho chiesto che il Comune ordinasse alla proprietà la messa in sicurezza o che esercitasse i poteri sostitutivi per ragioni di ordine pubblico per agire subito. Nessuna risposta. Con la precedente amministrazione erano stati promessi sgomberi ogni settimana, mai eseguiti. Con la nuova nulla è cambiato, immobilismo perenne e illegalità sotto gli occhi di tutti.
Chiunque può entrare e al suo interno ci sono veri e propri appartamenti ad ogni piano, materassi, vestiti, resti di pranzi e cene, fornelletti, bottiglie, biciclette. Io stessa, vista la facilità nel poter superare la recinzione in plastica peraltro divelta, sono entrata per l’ennesima volta dimostrando l’occupazione costante e i rischi per il quartiere. L’area è anche pericolosa e si rischiano tragedie al suo interno come successo in altri casi in passato (vedi i morti in Adriano 60 e in via Lattanzio in situazioni simili)
Tanti clandestini, disperati, sbandati ma anche delinquenti, ci sono state, infatti, foto di spacciatori riprese dai cittadini della zona.
La situazione in quartiere è pessima. Questo edificio è vicino a numerose abitazioni e a un asilo e rappresenta un pericolo per il quartiere
Ho proposto più volte che il Comune mettesse in sicurezza gli ingressi così come ho avanzato l’idea di riconvertire l’edificio in scuola media (visto che il quartiere Adriano da anni ne ha bisogno) ma ho trovato sempre i no della sinistra che ha continuato a sottovalutare il problema, a negare l’emergenza degrado e sicurezza e a non proporre alternative per una riqualificazione dell’area.
E’ incredibile che l’amministrazione non si renda conto dell’abbandono di questa periferia, lasciata al suo destino.
Chiediamo che l’assessore Rozza e il sindaco Sala intervengano al più presto con gli sgomberi e un ordinanza urgente per chiudere gli accessi, come fatto per situazioni gravi simili (es. palazzo abbandonato in Via Lattanzio).
Non è accettabile questa incapacità di intervenire da parte della sinistra, sembra quasi che a Palazzo Marino faccia comodo usare queste aree abbandonate come ricovero abusivo per immigrati clandestini.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi