PAOLUCCI NON RACCONTA NE’ IL PRESENTE NE’ IL FUTURO DELLA SANITA’ ABRUZZESE

ECCO LA VERA FACCIA DEL PIANO SANITARIO REGIONALE
Declassamento degli ospedali abruzzesi, chiusura dei punti nascita, presidi ridotti a pronto soccorso , sovraffollamento delle strutture esistenti come Pescara e depotenziamento delle strutture dell’entroterra e delle zone montane. E per finire la fiera dell’illogico  uno sguardo sempre volto alla privatizzazione  per la costruzioni di nuovi  ospedali, come se quelli esistenti non esistessero, per una cementificazione selvaggia che non porterà nessun servizio in più ma solo nuove strutture inutili e costose. E’ questa la vera faccia del piano Sanitario presentato da Paolucci in pompa magna, durante un incontro che il Presidente della Regione Abruzzo ha, probabilmente, volontariamente disertato.
“Siamo sono mesi che visitiamo  i presidi ospedalieri d’Abruzzo per renderci conto delle mancanze della sanità abruzzese e per capire con i nostri occhi quali disagi devono subire i pazienti abruzzesi” spiega Domenico Pettinari (M5S), “oggi l’Assessore Paolucci viene a raccontarci una favola fatta numeri senza fondamento e di propaganda. Ci offre  un’analisi che non  rappresenta assolutamente né il presente né il futuro della sanità abruzzese”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi