PASS SOSTA. COMUNE, I DATI DI CAPPATO NON SONO CONFRONTABILI

Milano – A proposito dei pass per la sosta libera rilasciati dal comune di Milano il candidato Cappato interpreta i dati in maniera non corretta. Non tiene conto infatti dell’ordinanza del 2014 che centralizza il rilascio dei pass. Se fino al 2013 molti tagliandi, soprattutto temporanei, venivano rilasciati dai comandi di zona e non venivano censiti, dal 2014 vengono tutti rilasciati da un unico ufficio.  
Nel 2013, dunque,  la cifra censita oscillava attorno a 1.800 ma non comprendeva i pass su ambiti limitati (circa 3.000) e quelli rilasciati dai comandi di zona. In tutto quindi si superavano i 5mila pass.
Le cifre del 2014  e soprattutto del 2015, anno in cui è andata a regime l’ordinanza, invece, riguardano il totale complessivo dei tagliandi rilasciati (su tutta la città, quelli su ambiti limitati, più quelli prima rilasciati dai comandi di zona), a maggior garanzia di trasparenza per i cittadini. C’è quindi stato un calo di pass rilasciati rispetto al 2013 e agli anni precedenti. Si sottolinea inoltre come il rilascio di pass per le corsie preferenziali sia passato da 5.584 a 3.853, pari a una riduzione del 31%, nonostante nel 2015, per la gestione di Expo, sia stato evidentemente necessario un incremento di rilasci pass per le forze dell’ordine.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi