Pepe (FareAmbiente): No a ricerche in Adriatico, è mare chiuso, altissimo il rischio inquinamento

Vincenzo Pepe (FareAmbiente – Movimento ecologista europeo):

“Auspichiamo che il nuovo governo blocchi definitivamente le trivellazioni in Adriatico, pur condividendo le ragioni di chi afferma che il Paese è fortemente dipendente dalle importazioni estere di idrocarburi, va preso atto che l’Adriatico è un mare inadatto a questo tipo di estrazioni”.
Lo dichiara Vincenzo Pepe presidente nazionale di FareAmbiente – Movimento ecologista europeo.
“Memori dell’incidente avvenuto nel Golfo del Messico nel 2010 – conclude Pepe – non osiamo immaginare le conseguenze di un grosso sversamento di petrolio in un mare stretto, con uno scarso ricambio d’acqua e le cui coste sono altamente popolate. Sarebbe la distruzione di un ecosistema già messo a dura prova dalle attività umane, un danno irreparabile che comprometterebbe la vita di milioni di persone di 4 stati rivieraschi, il gioco non vale la candela”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi