PIAZZA DEL POPOLO AUTOLAVAGGIO: SVELATA LA BUFALA DELLA CGIL FUNZIONE PUBBLICA

HA INVENTATO BALLA PER DIFENDERE LAVORATORE INDIFENDIBILE. TASSISTA PROTAGONISTA DELLA VICENDA SMENTISCE SINDACATO. CODACONS CHIEDE MAXI SANZIONE PER FP CGIL

Roma – Come volevasi dimostrare, il caso di Piazza del Popolo trasformata in autolavaggio era a tutti gli effetti un episodio di degrado della città e di malcostume che ha danneggiato l’immagine della capitale agli occhi del mondo. Il tassista responsabile della vicenda, infatti, ha ammesso le proprie responsabilità ed è stato multato, smentendo clamorosamente la bufala della Cgil Funzione Pubblica che, per difendere l’indifendibile operatore Ama che ha lavato il taxi in piazza, aveva inventato una balla, affermando con sicurezza che la spazzatrice aveva sporcato l’auto. Cosi non è andata, e come racconta lo stesso tassista che appare nel video pubblicato dal Codacons, il netturbino ha, di sua spontanea volontà ed eseguendo una richiesta del conducente, utilizzato i mezzi della collettività per pulire il taxi sporco di guano d’uccello, all’interno di un sito – Piazza del Popolo – patrimonio dell’umanità. Ora la Fp Cgil dovrà rispondere delle false affermazioni rilasciate sul caso, e chiediamo al Prefetto di Roma di elevare una maxi-sanzione nei confronti del sindacato che col suo comportamento ha danneggiato non solo la collettività ma anche gli stessi lavoratori – conclude il Codacons.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi