Presentato MUSIC(in)GAM. arte e musica al museo

GAM

PALERMO – È un programma di laboratori, attività didattiche, visite guidate a tema rivolti a bambini, adolescenti e adulti, ispirato al contesto socio culturale, tra Ottocento e Novecento, in cui si sono formate le collezioni del Museo.
La città di Palermo godette in quell’epoca della vivacità culturale di professionisti d’estrazione borghese e dell’attività di Francesco Lojacono e di numerosi altri artisti, mentre a livello urbanistico si abbelliva degli edifici di gusto liberty di Ernesto Basile e accoglieva illustri viaggiatori che intrattenevano relazioni assidue con le famiglie più in vista, come i Trabia, i Mazzarino, i Florio e i Whitaker. Di questa stagione di cultura e mondanità, caratterizzata da un’accentuata fioritura artistica e culturale, la musica fu parte integrante e l’inaugurazione del Teatro Massimo, il 16 maggio 1897, ne rappresentò l’evento-simbolo accanto alle stagioni più popolari del Politeama Garibaldi, del vecchio Bellini e, a partire dal 1903, del Biondo e alla diffusa pratica della Hausmusik. Negli anni della belle époque, nei quali Palermo venne celebrata come una «succursale della ville lumière» su riviste a diffusione internazionale quali «La Sicile illustrée», trovò naturalmente ampio spazio la musica proveniente da Parigi. Gli opéras-comiques e gli opéras-lyriques erano presenti nelle stagioni dei teatri cittadini e di brani francesi risuonavano anche i saloni aristocratici, le sale da concerto, dei Circoli e dei nuovi prestigiosi Hotel, il Conservatorio e gli altri Istituti proliferati per far fronte alla crescente richiesta di istruzione musicale. La musica in città poteva esser fruita lungo le passeggiate e nei giardini,  al Foro Italico poi Umberto, nel nuovo palchetto della musica di Piazza Castelnuovo, al giardino di S. Francesco di Paola, a Villa Giulia e al Giardino Inglese. Simbolicamente, il legame della Galleria d’Arte Moderna con la musica si ritrova anche nella scelta della sua prima sede espositiva, il Ridotto del Teatro Politeama, monumento emblematico della città moderna. Infine, c’è un legame diretto tra la musica e le opere della Collezione della Galleria, sia dell’esposizione permanente, sia dei depositi resi fruibili al pubblico. Infatti, non solo la collezione costituisce lo specchio di un’epoca e dei suoi protagonisti, ma numerose opere raffigurano musicisti in atmosfere simboliste, nonché esponenti di spicco della scena musicale dell’epoca di riferimento della Galleria, come il direttore d’orchestra Gino Marinuzzi, raffigurato da Domenico De Lisi. Gli obiettivi principali di Music(in)GAM sono legati alla sensibilizzazione del pubblico del museo, per ripensare i suoi spazi e la sua collezione. Innanzitutto il progetto punta a proporre ai più giovani il museo come luogo trasversale, aperto, in questo caso con attività di natura sonoro/musicale. Ulteriore obiettivo è quello di creare per il pubblico adulto un percorso di esperienze artistiche e sonore che conduca gradualmente all’interno del “paesaggio musicale classico”. In questo più vasto contesto di programmazione culturale della Galleria, si inserisce  nei mesi estivi la stagione di Palermo Classica, manifestazione giunta ormai alla sesta edizione e fortemente accreditata in ambito cittadino e nazionale. Quest’anno, nello spirito di Gam Bene comune, le prove dei concerti saranno aperte alle associazioni no-profit del Comitato Civico e- per la prima volta- ai giovani migranti non accompagnati presenti in città. Nel periodo del Festival, sono previste alcune delle attività di Music(in)GAM – in particolare quelle destinate ai più piccoli e basate su un approccio di tipo sensoriale-intuitivo.
28 luglio ore 16.30 (Ri)suonare il museo  
laboratorio per bambini dai 4 ai 6 anni – durata 1 ora e 30 minuti, costo 5 euro
Si rileggono in modo vivace e dinamico gli spazi del museo e i suoni estrapolabili da alcune opere selezionate, per poi andare in laboratorio a rimettere in musica la “melodia” che le opere del museo ci raccontano, costruendo dei piccoli strumenti che risuonano d’arte.
4 agosto ore 10.30 Ma che suono fa il 900?
laboratorio per bambini dai 6 ai 10 anni – durata 1 ora e 30 minuti, costo 5 euro
Passa un tram, una frase musicale rimane a mezz’aria, si sente un urlo, partono fischi e mugolii, qualcuno soffia…si è rotto il lettore cd oppure si tratta di un brano di musica contemporanea! Per scoprire insieme le opere del 900 e i loro suoni!  
11 agosto ore 10.30 Il suono dei colori
laboratorio per bambini dai 3 ai 5 anni – durata 1 ora e 30 minuti, costo 5 euro
Una visita tematica guidata dal Signor Colore, un personaggio dotato di tanti cappelli, che conosce un alfabeto di suoni che, a seguire, in laboratorio, chiederà ai bambini di dare corpo ma soprattutto colore ai suoi suoni, con uso di colori a dita o a tempera.
In concomitanza con i concerti sarà possibile partecipare alla visita guidata Aspettando il concerto: per scoprire la storia del magnifico complesso monumentale di Sant’Anna, le sue trasformazioni, dall’ingresso su Piazza Croce dei Vespri, sino al monumentale chiostro.
La caffetteria del museo rimarrà aperta per un gustoso aperitivo a partire dalle ore 19.00, e alle 20.30 inizia la visita.
La visita guidata in abbinamento a un calice di vino ha un costo di 8 euro.
ATTIVITA’ SU PRENOTAZIONE :  091.8431605 didattica@gampalermo.it
MUSIC(in)GAM, ideato e condotto da Civita Sicilia, entra in pianta stabile nell’offerta culturale del museo, e dal prossimo settembre sarà inoltre possibile prenotare:
le attività didattiche per gli adulti:
Musica al Museo (visite guidate di opere e introduzione all’ascolto)
Poetiche Armonie: incontro con la musica e la poesia (visita guidata)
le attività didattiche per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria
Sentire con gli occhi e spalancare le orecchie (laboratorio dai 3 ai 6 anni)
ReMì Fa La…visita speciale al museo! (laboratorio dai 6 ai 9 anni)
Tracce di melodie familiari (laboratorio dai 6 ai 9 anni)
Inseguire il suono (laboratorio dai 6 ai 9 anni)
le attività didattiche per la scuola secondaria:
Paesaggi da ascoltare (laboratorio)
Ascoltando l’arte (visita sonora)



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi