PROGRAMMA NAZIONALE DELLA RICERCA: I DATI E LE NOVITÀ PER L’ENERGIA

Focus sul nuovo PNR 2015-2020: l’energia tra le aree di ricerca “consolidate” aspetta la nascita del Cluster tecnologico nazionale Roma – La ricerca italiana si distingue in Europa in almeno cinque settori: Smart Communities, Energia, Design e creatività, Tecnologie per gli Ambienti di Vita e Fabbrica Intelligente. È quanto emerge dal Programma nazionale della ricerca 2015-2020, presentato di recente dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Si tratta di un documento di indirizzo strategico che da un lato fotografa la situazione della ricerca italiana, dall’altro individua le priorità a medio termine. Il PNR prevede inoltre lo stanziamento di quasi 2,5 miliardi di euro per il primo triennio. In questo nuovo approfondimento di RES Magazine proviamo a capire quali indicazioni dia il PNR e quali novità potrà comportare per la ricerca e lo sviluppo industriale del settore energetico. “Siamo in testa in cinque settori, in buona parte legati alla ricerca energetica”, osserva Riccardo Basosi, vicerettore dell’Università di Siena e rappresentante italiano per l’energia nel Programma Horizon 2020. “È un elemento importante all’interno di un quadro, il Pnr, che per la prima volta si focalizza sulla prospettiva di Horizon 2020 e definisce 12 aree strategiche”. È senza dubbio da sottolineare la previsione di 4 nuovi Cluster tecnologici nazionali. tra cui quello per l’energia. Una notizia accolta abbastanza favorevolmente tra gli esperti, tuttavia non esente da criticità. Rileva Stefano Besseghini, presidente di RSE, Ricerca sul Sistema Energetico, nonché membro del Cluster energia della Regione Lombardia: “È certamente importante identificare una struttura leggera di contatto tra mondo della ricerca e industria per affidarle il compito di coltivare questa contaminazione in maniera continuativa. Sembra però che il cluster, così come definito dal PNR, abbia solo il compito di identificare le cosiddette ‘road map tecnologiche’. Non si capisce effettivamente dove si inserirebbe il cluster nella catena della governance operativa”. Promosso dalla Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali (CSEA), RES Magazine è un punto di riferimento per informare cittadini, tecnici e operatori circa i risultati della Ricerca di Sistema (RdS) finanziata mediante il pagamento in bolletta della componente tariffaria A5. www.resmagazine.it



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi