Rievocazioni storiche: la notte d’Isabella, Cerreto torna a rivivere i misteri dei Medici

Le atmosfere del ‘500 e i segreti della figlia del Granduca Cosimo I a Cerreto Guidi il 2 e il 3 luglio.

Mille figuranti e 30 spettacoli, 5 ambientazioni, 18 osterie da visitare. La manifestazione è stata presentata oggi in Consiglio regionale da Eugenio Giani, Enrico Sostegni e l’assessore Vittorio Bugli
Firenze – Sabato 2 e domenica 3 luglio a Cerreto Guidi tornano le atmosfere misteriose di cinque secoli fa nelle due serate della ‘Notte d’Isabella’. Con la manifestazione di rievocazione storica, quest’anno alla sesta edizione, Cerreto Guidi porta indietro le lancette del tempo e torna per due giorni al 1576. Circa mille figuranti e 30 spettacoli in programma faranno rivivere, in un intreccio di storie e leggende popolari tramandate per secoli, le vicende che videro protagonista Isabella de’ Medici, figlia del granduca Cosimo I, fino al giorno della sua morte, avvenuta proprio a Cerreto il 16 luglio di quell’anno e ancora avvolta nel mistero.
La manifestazione è stata presentata in Consiglio regionale questa mattina. “Isabella era la più bella, la più ricercata, la più considerata delle figlie di Cosimo de’ Medici”, racconta il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani. “La rievocazione realizzata a Cerreto ci riporta al 1576, anno in cui Isabella venne uccisa dal marito geloso. E ci porta ad una riflessione sul ruolo della donna anche in quella fase storica: se non vi fosse stata la madre di Isabella, Eleonora di Toledo, probabilmente non avremmo oggi gli Uffizi, palazzo Pitti, il Corridoio Vasariano. Fa bene il Comune di Cerreto, con i suoi sbandieratori e il suo corteo riconosciuto in tutta Italia, a rievocare quella storia, che non è folclore. Qui prevale l’aspetto storico e si mette al centro un personaggio da riscoprire”. Alla presentazione ha partecipato anche l’assessore regionale Vittorio Bugli: “La villa Medicea diventa scenario di una rievocazione di accadimenti che proprio lì si verificarono – dice Bugli –, un mistero che rivive in maniera così precisa e coinvolge tutto il paese di Cerreto. C’è il valore della rievocazione storica e c’è l’effetto di rilancio della villa Medicea, patrimonio che intendiamo seguire. Aggiungo che l’attenzione e la cura nella riproduzione di avvenimenti e personaggi distingue questa manifestazione: a Cerreto si fa cultura di qualità, utilizzando sempre di più la partecipazione dal basso”.
Cinque grandi ambientazioni, in questa sesta edizione della Notte d’Isabella, diciotto osterie dove si potranno gustare piatti prelibati. Gran parte degli eventi si terranno in tre luoghi fissi (piazza Vittorio Emanuele II, via Vittorio Veneto e via Roma), mentre altri tre saranno invece itineranti lungo le vie del borgo. L’allargamento del perimetro dell’evento è una delle novità di quest’edizione. Tra le iniziative, la terza edizione del concorso fotografico “Una foto per Isabella”, ideato per raccontare attraverso le immagini, le atmosfere e i misteri di Cerreto Guidi nel ‘500. In coincidenza con la Notte di Isabella, sarà possibile ammirare la Via dei Presepi.
Il consigliere regionale Enrico Sostegni rivolge “un ringraziamento al sindaco e a Cerreto Guidi, per questa manifestazione di alta qualità. La notte d’Isabella – spiega Sostegni – si connota come un evento di risonanza non solo locale. Per l’ambientazione nella villa Medicea e per la minuziosa fedeltà della ricostruzione storica”.
“Chi verrà sabato e domenica potrà vedere con quanta passione venga messa in scena questa rievocazione – assicura il sindaco Simona Rossetti – e con quanta fedeltà vengano minuziosamente riprodotti gli abiti dell’epoca e le scenografie. Cerreto Guidi esce sempre di più dai propri confini, la nostra è una comunità della quale possiamo andare orgogliosi. Siamo impegnati a fare in modo che la nostra tradizione e la nostra storia contribuiscano a rilanciare il commercio e ad aiutarci nello sforzo di riqualificazione urbana”.
Alla conferenza stampa sono intervenute anche Cristina Gnoni, direttore della villa Medicea di Cerreto Guidi, e Cinzia Nacci, presidente dell’associazione Centro commerciale naturale “Buontalenti”. La Notte d’Isabella è organizzata dall’associazione Centro commerciale naturale Buontalenti che si avvale del patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Cerreto Guidi, con la collaborazione di tante associazioni del territorio e delle contrade del Palio.
La Notte di Isabella Cerreto Guidi 2-3 luglio
Sabato 2 luglio ore 18-24
Domenica 3 luglio ore 17-24
Ingresso e servizio navetta gratuito
Info: www.lanottedisabella.it
lanottedisabella@gmail.com



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi