RIFIUTI; STORACE: “CERRONI MI CHIEDE PERCHÉ PARLI DI LUI, CHIEDA A MURARO”

“Ieri, la mia posta elettronica ha tirato fuori una lettera dell’avvocato Manlio Cerroni, il Supremo della Grande monnezza di Roma, che mi ha scritto perché non si capacita del motivo per cui ogni volta che mi succede di parlare di rifiuti io faccia il suo nome”.
Lo scrive Francesco Storace, vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio.
“Non deve temere alcunché, Cerroni, perché non sto davanti a un magistrato quando scrivo. Semplicemente, ai rifiuti di Roma è legato il suo nome da svariati decenni. Con il sospetto di una qualche forma di illegalità su cui la giustizia si sta esprimendo. Ho incontrato Cerroni una volta nella mia vita, nel mio ufficio di presidente della Regione, su richiesta di conoscenti comuni. Il colloquio durò pochissimi minuti per evitare di apparire scortese. Nella sua lettera, l’avvocato rivendica la sua competenza nel settore e mi allega un grafico che illustra gli impianti che il suo gruppo ha aperto in tutto il mondo dal 1964 ad oggi. E per questo si lamenta addirittura di un mio tweet sul “motivo per cui Cerroni diventa improvvisamente il salvatore della patria e della monnezza per la Giunta Raggi”. È Paola Muraro, assessore non a caso della giunta Raggi, a pretendere l’utilizzo di un impianto riconducibile proprio a Cerroni – affittato a tal Porcarelli, non certo un astro nascente dell’immondizia – ma col lieve difetto di essere all’attenzione della magistratura. Cerroni avrà anche impianti in tutto il mondo da oltre 50 anni: ma l’impiantistica a Roma fa schifo. È altra monnezza, nauseabonda. Gli fa comodo tenere per il collo l’amministrazione mentre la Città sprofonda nei rifiuti. Dalla regione di Zingaretti – prosegue Storace su Il Giornale d’Italia – Cerroni ha appena ricevuto anche un aiutino con la delibera 199, che aumenta a suo piacimento la volumetria delle discariche, proprio per carenza di impianti. Gli impianti che servono devono essere di alta complessità mentre ci dobbiamo accontentare di quanto il suo gruppo Colari ha affittato alla ditta Porcarelli, ora tanto cara all’ex consulente di Ama Paola Muraro e al deputato grillino Vignaroli, incontrato in gran segreto. Forse è meglio decidersi a raccontare finalmente la verità al magistrato, caro Cerroni. Tanto, un avvocato dovrebbe sapere come si fa”.
Fernando M. Magliaro



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi