ROGHI TOSSICI, FIGLIOMENI (FDI): “REPRIMERE I CICLI CRIMINALI E ILLEGALI”

“Il fenomeno dei roghi tossici che si sprigionano dai diversi campi rom presenti sul territorio di Roma è una battaglia che sto portando avanti da tempo e che, specie negli ultimi anni, sta assumendo dimensioni sempre più estese. Questa situazione è divenuta ormai insostenibile per tutta la cittadinanza, in particolare per tutte quelle persone che vivono nei quartieri più periferici cittadini, accanto ai quali sono presenti alcuni dei campi nomadi più pericolosi come quello di via di Salone, la Barbuta, Candoni, Lombroso e via Salviati, luoghi dove l’illegalità è sempre presente. La drammaticità dei roghi tossici deriva anche dalla sostanziale impunità con cui questi avvengono, posto altresì il fatto che nei campi nomadi vengono trasportati rifiuti per il cui smaltimento andrebbero seguite procedure speciali, mentre in realtà vengono bruciati all’aperto a costi molto bassi oltreché per il fenomeno dell’illecita raccolta dei rifiuti la cui combustione serve al recupero di alcuni materiali che verranno successivamente immessi nel mercato clandestino. A questo riguardo abbiamo presentato un’interrogazione al Sindaco e agli assessori competenti al fine di sapere quali azioni operative sono state intraprese dall’Amministrazione capitolina, di concerto con la Prefettura ed il Ministero dell’Interno quanto anche ai ritardi dell’annunciato dispiegamento dell’Esercito nelle vicinanze dei campi rom, il cui compito avrebbe dovuto essere quello di reprimere i cicli criminali, e quali specifici compiti sono stati impartiti alla Polizia di Roma Capitale in tema di prevenzione e repressione del fenomeno dei roghi tossici, che creano inquinamento oltre che danni all’ambiente e alla salute delle persone”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi