Roma Capitale: è allarme per i servizi sociali

Cosentino (Cisl-Fp): “La Giunta continua a scaricare la disorganizzazione sul personale. Chiediamo un incontro immediato all’amministrazione”

Roma – Carenza di organico, cattiva organizzazione e rischi per la sicurezza degli operatori. Giancarlo Cosentino, dirigente della Cisl Fp Roma Capitale Rieti, lancia l’allarme per i servizi sociali capitolini dopo che la Giunta di Roma Capitale ha pensato bene di scaricare sui Centri per l’orientamento al lavoro (cosiddetti Col), già vicini al collasso, il piano di ampliamento dei punti di accesso al reddito di inclusione.

“Ancora una volta, la Giunta prende decisioni senza consultare i lavoratori, mettendo in sofferenza un personale già insufficiente” ha scritto Cosentino in una nota inviata in questi giorni dalla Cisl Fp alla Sindaca Raggi, all’Assessore alla Persona e al Delegato al Personale.

“I lavoratori di Roma Capitale sono i primi a voler migliorare l’offerta di servizi ai cittadini” ribadisce il dirigente sindacale, “ma in questo modo si rischia di far precipitare la situazione nel caos”. Attraverso la Memoria di Giunta, infatti, l’amministrazione aumenterebbe i punti di accesso per la presentazione della domanda per il reddito di Inclusione, appesantendo dell’ennesima competenza non solo gli operatori dei Col ma anche gli assistenti sociali, che si ritroverebbero a gestire un flusso di pratiche impossibile da smaltire.

“E’ stata più volte denunciata – precisa Cosentino – la drammatica carenza di personale nei servizi sociali, ma nessuna soluzione è stata sin oggi messa in opera. Invece di risolvere il problema, la Giunta ne vuole aumentare la mole di lavoro, incurante delle conseguenze sui lavoratori e sui cittadini. Ciò, oltretutto, esporrebbe ancora di più gli assistenti sociali, quali primi referenti di un’utenza particolare ed esasperata dalla mancanza di risposte idonee o, peggio, da promesse non mantenute: già in troppe occasioni si sono verificati casi di aggressione verbale, quando non addirittura fisica, a danno dei lavoratori. E’ inaccettabile, bisogna intervenire subito”.

“La Cisl FP di Roma Capitale e Rieti”, conclude il sindacalista, “chiede all’amministrazione un incontro immediato e soluzioni vere. In caso contrario siamo pronti a mettere in atto con i lavoratori tutte le misure sindacali necessarie. I Servizi Sociali non possono più attendere”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi