Salone del Libro: per la Camera di commercio deve restare a Torino

Nella riunione di questa mattina il Consiglio della Camera di commercio di Torino ha deciso all’unanimità di prendere posizione sul tema di grande attualità in questi giorni, riguardante il futuro del Salone del Libro.
“In una settimana decisiva per le sorti della manifestazione, la Camera di commercio si unisce alle istituzioni cittadine per ribadire l’assoluta necessità che il Salone rimanga a Torino – ha sottolineato il Presidente Vincenzo Ilotte. – Da un lato è essenziale per gli importanti ritorni economici che l’evento può garantire al territorio: parliamo, infatti, di oltre 20 milioni di euro di spesa diretta, generata da pubblico, organizzazione ed espositori, che, sommati agli effetti indiretti e indotti, arrivano a generare ritorni complessivi per oltre 53 milioni di euro, sulla base della nostra ultima indagine riferita all’edizione 2013.
Ma non solo. Qui celebriamo i 30 anni di un evento che non è solo un appuntamento business e commerciale, ma un progetto ad alto respiro culturale, grazie al lavoro di una Fondazione che – oltre a poter contare dell’appoggio ministeriale – è in grado di coinvolgere efficacemente l’intera filiera del libro, con una macchina organizzativa già rodata che può garantire tempi e modalità certe agli editori partecipanti.
Se da un lato, quindi, sono legittime le rivendicazioni degli editori per un maggior coinvolgimento nel Salone, anche dal punto di vista dei contenuti editoriali, dall’altro queste richieste sono assolutamente ammissibili senza compromettere un’esperienza di trent’anni di crescita. Per questo l’ipotesi di uno spostamento e tanto meno di un doppio salone nazionale è per noi del tutto inaccettabile”.
Nella riunione odierna del Consiglio camerale sono state confermate anche le nuove nomine: entrano infatti in Consiglio Monica Mailander, in rappresentanza del Settore industria e in sostituzione di Licia Mattioli, dimissionaria dal 4/4/2016, e Maria Grazia Terzulli, in rappresentanza del Settore commercio e in sostituzione di Roberta Baima Poma, dimissionaria dal 18/5/2016.
Nella medesima riunione, Monica Mailander è stata anche eletta, con votazione a scrutinio segreto, membro della Giunta camerale, in sostituzione di Licia Mattioli.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi