Scopelliti (Alternativa popolare): Ocse, Italia troppo indietro su occupazione delle donne, questo è inaccettabile

On. Scopelliti (Alternativa Popolare) “Vivere in un paese in cui le donne sono ancora concepite come adatte esclusivamente alla cura della famiglia mi rende molto inquieta. Il rapporto Ocse sull’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ci vede 31esime su 35 paesi come media di donne occupate, e questo è un problema culturale ma anche politico: bisognerebbe rivedere l’organizzazione degli asili e introdurre dei regimi di flessibilità per permettere alle donne di lavorare e occuparsi della famiglia, così come sarebbe bene incoraggiare i padri a chiedere permessi per i figli ed essere pienamente partecipi della vita della famiglia. Solo così potremo raggiungere un livello di sviluppo culturale adeguato al periodo storico e uscire dal pantano che vede una percentuale inferiore al 50% di donne che lavorano in Italia, contro un 17% in più di media nei paesi europei: questo è inaccettabile e deve farci insorgere, come donne e come classe politica”



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi