Sen. Renato Schifani (Forza Italia): Torino, prof. insulta i poliziotti, per Forza la buona scuolaè tutta un altra cosa

La buona scuola del PD ha la faccia sconvolta dall’odio di una insegnante che insulta gli agenti di polizia. Il PD in campagna elettorale rivendica meriti di buona scuola e sostiene che ha trovato una situazione di caos e ha riportato l’ordine rispettando il modello della inclusione. Evidentemente la signora Lavinia Flavia Cassaro, 38 anni, maestra alle elementari dell’Istituto comprensivo Leonardo da Vinci di Torino, ripresa dalle telecamere mentre urla insulti sanguinosi, con una bottiglia di birra in mano agli agenti di polizia in servizio, e poi ripete gli stessi insulti intervistata da un programma tv, rappresenta per il Pd e per il ministro Fedeli un esempio di ordine e di inclusione. Per Forza Italia no. È uno spettacolo inverecondo è vergognoso che andrebbe sanzionato immediatamente.
Il leader del PD Matteo Renzi, presente negli studi televisivi di Matrix allo spettacolo, si era affrettato a dichiarare che la signora andrebbe licenziata. Ma poi, come spesso gli capita, non ne ha fatto niente.
Noi sappiamo bene che per gli italiani la vita quotidiana è fatta di problemi continui e che la scuola e il suo funzionamento sono al centro della vita delle famiglie. Servono insegnanti equilibrati, competenti, autorevoli. Questa è la buona scuola, non chiacchiere ideologiche di inclusione che non si capisce che cosa sia. È necessaria un’opera di bonifica che dal 5 marzo il centrodestra al governo si affretterà a fare



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi