Si inaugura Scratch in the Stone, opera vincitrice di Sentieri Creativi

Domenica 15 ottobre alle ore 15.00 a pochi metri dal Rifugio Curò si inaugurerà “Scratch in the Stone”, l’opera del giovane architetto Alberto Rocchetti vincitore della settima edizione di Sentieri Creativi.

Sentieri Creativi nasce dalla collaborazione dell’Assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Bergamo, Club Alpino Italiano, Accademia di belle arti “G.Carrara”, Comune di Valbondione, Parco delle Orobie Bergamasche, UBI Banca, L’Eco di Bergamo e la rivista Orobie. Grazie a questo progetto giovani artisti hanno avuto la possibilità di trascorrere cinque giorni di residenza artistica presso l’ostello del rifugio Curò, seguiti da una mostra collettiva allo Spazio Polaresco.

Per la realizzazione del progetto è stata assegnata un’area con una grossa pietra a pochi minuti di cammino dal rifugio, su un passaggio obbligato per gli escursionisti che intraprendono il sentiero verso il lago naturale del Barbellino. “Scratch in the Stone” si presenta all’osservatore come un gioco: utilizzando un materiale completamente riflettente, l’opera è in continua evoluzione proprio come il cielo che riflette. L’obbiettivo è quello di svuotare un elemento pesante e massiccio come la roccia producendo un varco e facendo intravedere il cielo, creando situazioni inaspettate e sensazioni completamente nuove al viaggiatore.

“Lontano dai clamori dei grandi parchi di arte contemporanea, ci siamo fatti le ossa e creato qualcosa di bello e di fertile” spiega Francesco Pedrini, curatore del progetto e guida artistica dei ragazzi, “L’auspicio è che il progetto vada avanti in modo da creare un vero e proprio parco dell’arte in alta montagna, divenendo vero punto di interesse culturale e quindi un reale riscontro per i vari attori che ci stanno sostenendo da anni”.

“Sentieri Creativi ha l’ambizioso obiettivo di valorizzare il dialogo tra giovani creativi e la passione e la pratica della montagna attraverso una settimana intensa di immersione tra arte e natura” conclude l’Assessore alle Politiche giovanili Maria Carolina Marchesi, “Il risultato di Scratch in the Stone è veramente suggestivo, e spero possa costituire un luogo di stimolo alla riflessione sull’importanza del patrimonio artistico e naturale che ci circonda”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi