Souad Sbai: Siria, Nessuno ferma nessuno

Su un fronte e sull’altro proseguono le offensive . Solo ieri sono morte 19 persone ad Al Ghouta e salgono così a oltre 700 in dieci giorni .Secondo quanto rende noto l’Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede a Londra, dopo giorni di combattimenti e una vasta offensiva delle forze di Assad, queste ultime hanno preso il controllo ieri di alcuni villaggi della zona come quello di al Chufunia e alcune postazioni tra i villaggi di al Nashabia e Hazruma grazie anche ai raid aerei condotti contro le fazioni ribelli presenti in zona. Per il presidente turco Erdogan , nessuna frizione con Mosca per l’operazione “Ramo d’ulivo” ad Afrin, poi estesa ad Azaz e comprendente anche Manbij, mira a impedire la formazione di un “corridoio del terrore” utilizzato da Pkk, Pyd e Ypg al confine tra Turchia e Siria. Il governo di Damasco ha piu’ volte dichiarato che “Ramo d’ulivo” costituisce un’aggressione e una minaccia all’integrità territoriale della Siria. Davanti alla morte di tanti innocenti su un fronte e sull’altro grava il silenzio dell’Europa , del Papa e di tutti coloro che temono di scontentare da una parte Erdogan e dall’altra Putin.
E’ quanto afferma Souad Sbai, esperta di terrorismo jihadista



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi