ESQUILINO, ANTONINI (CASAPOUND): LE NOSTRE ‘PASSEGGIATE DELLA SICUREZZA

Roma – “Anche ieri sera, dalle 23 in poi, CasaPound ha effettuato una passeggiata della sicurezza nel quartiere Esquilino, nel cuore del centro storico di Roma, in un clima da coprifuoco, con un degrado urbano inaccettabile per una zona che peraltro interessa il turismo della Capitale”. Così Mauro Antonini, candidato alla presidenza della Regione Lazio per CasaPound Italia, che ieri ha fatto una diretta video sui social dai portici di Piazza Vittorio Emanuele II, simbolo del fallimento di quell’idea di quartiere multietnico dove tutti vivono insieme felici e contenti.
“Cumoli di immondizia ovunque, senza tetto organizzati per la notte, parchi ostaggio degli spacciatori. Per un cittadino romano e soprattutto per donne e anziani, come cala il sole è molto pericoloso andare in giro da soli in questa zona – spiega Antonini – chi ha un negozio, un bar, deve andare in giro con la scorta”.
“CasaPound è nel quartiere da 15 anni, noi ci siamo e ci facciamo vedere, siamo dalla parte dei residenti che chiedono sicurezza, che chiedono di poter vivere serenamente a casa loro. Noi non facciamo le passerelle elettorali una tantum, di pomeriggio, scortati dalle forze dall’ordine, per poi sparire per i prossimi cinque anni. Anzi, le nostre incursioni saranno sempre più frequenti, per poter monitorare costantemente la situazione e per dare l’idea netta che CasaPound c’è, c’è sempre stata e sempre ci sarà”, aggiunge Antonini.
“La settimana scorsa – conclude il candidato di CasaPound – una senza tetto di 74 anni è stata stuprata sotto questi portici da un senegalese di 31 anni, irregolare, con cinque decreti di espulsione mai eseguiti. Pochi giorni fa un altro episodio di violenza, due senza tetto che si sono accoltellati. Intendiamo quindi presidiare in maniera continua questo quartiere. Siamo qui per controllare quanto è fuori controllo, se mi passate il gioco di parole. L’Esquilino deve essere restituito alla sua bellezza storica, i residenti e i turisti devono poter passeggiare come noi senza rischiare di essere aggrediti. No all’immigrazione incontrollata, basta clandestini, perché a pagare sono i cittadini, abbandonati dalle istituzioni. CasaPound si impegna a fare tutto il possibile per restituire il quartiere ai romani”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi