TAJANI: DOPO BREXIT RIVEDERE I TRATTATI

Il primo vicepresidente del Parlamento europeo Antonio Tajani in un’intervista a Libero parla del futuro dell’Unione europea dopo il voto inglese su Brexit e del futuro del centrodestra italiano.
“Dopo Brexit la soluzione non è il ritorno ai nazionalismi ma la modifica di trattati obsoleti non più al passo con i tempi. Che facciamo distruggiamo tutto?
La strada maestra è modificare i trattati, scrivere nuove regole per affrontare le tre crisi che stanno fiaccando l’Unione europea: immigrazione, terrorismo, economia. Uscire non servirebbe.
Su immigrazione terrorismo, ad esempio, il Consiglio giustizia e affari interni e dovrebbe avere gli stessi poteri dell’Ecofin, il comitato dei ministri dell’economia delle finanze.
Lo stesso dovrebbe accadere, rispetto alla Federal Reserve, per la BCE, la Banca centrale europea.
Lo stesso Ecofin avrebbe bisogno di un contrappeso che si occupi di micro economia: industria, imprese artigianato.
Il premio Nobel Paul Krugman ha scritto che con Brexit il Pil del Regno Unito si ridurrà del 2%. Se fosse l’Italia ad uscire che diremmo a quattro milioni di imprese italiane che esportano? E ai sottoscrittori dei mutui?”
Rispetto alla situazione italiana Tajani traccia un nuovo metodo di lavoro per il centrodestra: “L’alleanza con Lega e Fratelli d’Italia non si fa sul referendum anti-Ue, ma su fisco, imprese, lotta alla disoccupazione.
Dobbiamo valorizzare gli elementi che ci uniscono non quelli che ci dividono. Il centro destra è formato dal centro e dalla destra. Così come noi non chiediamo abiure agli altri, gli altri non pretendano di calpestare la nostra identità. Non accetteremo diktat ne condizionamenti.
Anche all’interno del partito conservatore inglese ci sono posizioni diverse: David Cameron da una parte, Boris Johnson dall’altra. Non mi risulta che i Tories si siano sciolti. La stessa cosa potrebbe avvenire per il centrodestra italiano.”



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi