Tav, Ruffino e Napoli (FI): da Toninelli intimidazioni mafiose

Dichiarazione degli onn. Daniela Ruffino e Osvaldo Napoli, deputati di Forza Italia: “Un ministro della Repubblica considera “atto ostile” qualsiasi iniziativa verrà presa sulla Tav, sia pure in ossequio alla delibera del Cipe su un documento del governo. Le parole del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli hanno il sapore e il significato di un’intimidazione mafiosa all’indirizzo del Commissario di governo, Paolo Foietta, e dei vertici della società della Tav.

Siamo in presenza di una situazione mai prima sperimentata in Italia, cioè in un Paese democratico in cui ci sono leggi, regole e ordinamenti che disciplinano i rapporti fra le istituzioni. Toninelli, con le sue affermazioni, travalica ampiamente i poteri riconosciuti al suo ufficio e apre una questione seria e grave sui limiti di esercizio del potere ministeriale. Il sodale politico di Toninelli, cioè il vice premier Di Maio non dovrebbe sorprendersi se il Commissario del governo Foietta deciderà di chiedere udienza al presidente della Repubblica visto che nel governo non solo non trova interlocuzione ma addirittura riceve minacce”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi