Tav: Ruffino (Fi), bloccarla costerebbe due volte a cittadini

“Il piu’ grande cambiamento finora introdotto dal governo consiste nell’aver trasformato la certezza del calcolo matematico in un’opinione. Nella Babele di opinioni il M5s si segnala per la matematica creativa esibita dal ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro quando annuncia che non intende far spendere agli italiani miliardi di euro ‘in opere inutili’”. Cosi’, in una nota, la parlamentare di Forza Italia, Daniela Ruffino.
“Fraccaro ha comunicato cosi’ due notizie – sostiene l’esponente azzurra -: la prima e’ che la Tav e’ considerata a tutti gli effetti un’opera inutile; la seconda notizia, e’ che con questa tesi M5s intende far pagare due volte la stessa opera agli italiani, una prima volta per farla e una seconda volta per bloccarla, e quindi restituire i fondi alla Commissione europea e spendere altri soldi per il ripristino del territorio e dell’ambiente. L’opinione di Fraccaro non e’ pero’ decisiva nelle scelte che il governo deve assumere. La Lega ha ribadito, con il leader Salvini e il sottosegretario Rixi, che la Tav rientra fra le opere strategiche, l’unica, aggiungo io, a differenza della Tap o del Terzo Valico o delle pedemontane, che esce dai confini nazionali e mantiene l’Italia agganciata alle infrastrutture europee. Bloccarla o rimetterla in discussione vorrebbe dire irrobustire le spinte anti-europeiste. Perche’ l’Alta capacita’ non serve soltanto all’Italia, ma serve all’Europa, dal Portogallo all’Ucraina”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi