Ticket al pronto soccorso: più equità e maggiore appropriatezza del servizio

Trento – L’obiettivo è rendere l’accesso al servizio di pronto soccorso più equo fra i vari assistiti e, nel contempo, orientare gli utenti ad un ricorso più appropriato di tale importante servizio. Questo l’intento delle modifiche alle disposizioni in materia di ticket del pronto soccorso approvate oggi dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore Luca Zeni. “Cerchiamo di offrire ai pazienti – ha commentato l’assessore Zeni – un servizio efficiente e di qualità, dando pronta e gratuita assistenza a chi ha veramente bisogno, scoraggiando quanti si rivolgono al pronto soccorso per fruire immediatamente di una o più prestazioni specialistiche non urgenti, scavalcando quindi l’iter ordinario della prescrizione presso il medico di base”. Il provvedimento non aumentata gli importi del ticket, che pertanto vengono confermati in massimo euro 75 per i codici bianchi ed euro 50 per i codici verdi. In primo luogo, le modifiche prevedono l’applicazione a tutte le strutture di Pronto Soccorso del Servizio Ospedaliero Provinciale di criteri di valutazione uniformi ed omogenei relativi all’attribuzione del codice di priorità (triage). Fra le novità, nessun ticket per le donne vittime di violenza e nuovo concetto di traumatismo. Per gli accessi con codice bianco e verde da parte di soggetti affetti da malattie croniche/invalidanti/rare o da parte di donne in stato di gravidanza, l’esenzione resta confermata, ma solo per le prestazioni che sono correlate alle specifiche malattie o alla condizione di gravidanza, mentre per le altre prestazioni verrà richiesto il pagamento del ticket, al pari di quanto succede per l’erogazione in regime ordinario ambulatoriale, fino alla concorrenza massima della quota massima di euro 50. Con le modifiche ai criteri viene introdotto un nuovo concetto di traumatismo per determinare l’esenzione degli accessi con codice bianco/verde; in particolare non verrà assoggettato al ticket l’utente che abbia riportato una ferita che richiede sutura o applicazione di colla biologica, una frattura, oppure una lussazione o che abbia richiesto applicazione di apparecchio gessato o di altro dispositivo di immobilizzazione permanente dell’articolazione (esempio: doccia o fasciatura rigida). Pertanto il ticket sarà dovuto solo per gli accessi da traumatismo “leggero” che comportano, ad esempio, una semplice medicazione o fasciatura “leggera”. Viene, inoltre, prevista l’esenzione sia dalla quota fissa sull’accesso che dalla quota sulle prestazioni specialistiche per gli accessi codificati come bianco e verde da parte di donne vittime di violenza di genere, l’esenzione è estesa anche agli uomini vittime di violenza sessuale o domestica. Si prevede anche la tutela dei pazienti che si rivolgono, correttamente, al medico di medicina generale o di continuità assistenziale, dal quale vengono poi inviati in pronto soccorso. Per loro è prevista l’esenzione sia per gli accessi con codice bianco che con codice verde, purché gli stessi avvengano entro il giorno successivo alla data della prescrizione su ricettario. Infine, viene riconosciuta l’esenzione dal pagamento del ticket per il primo accesso codificato come bianco o verde, al quale sia succeduto, entro le 48 ore, altro accesso per stesso motivo seguito da ricovero, questo a tutela di eventuali episodi di acutizzazione il cui decorso può anche manifestarsi successivamente. Con questo provvedimento si prevede altresì, come anche raccomandato dalla Commissione mista conciliativa, di esentare gli assistiti con particolare e comprovata fragilità, presi in carico dai Centri di salute mentale o dalle UU.OO. di Psichiatria o Neuropsichiatria infantile, dalla compartecipazione di euro 200 prevista per il trasporto in ambulanza qualora il soggetto abbia un tasso di alcolemia superiore a 1,5 grammi per litro e l’accesso al pronto soccorso sia legato allo stato di ebbrezza. (fm)

TIPOLOGIA ACCESSO IN PRONTO SOCCORSO (CODICE BIANCO O VERDE) OGGI

Regole vigenti dGP 1788/2011 COSA SUCCEDE A PARTIRE DAL 1° AGOSTO 2016 Pazienti esenti per malattia cronica/invalidante/rara Donne in gravidanza ESENZIONE su accesso e prestazioni ESENZIONE su accesso. Sulle prestazioni è PREVISTO il ticket per quelle NON correlate alla malattia o allo stato di gravidanza Traumatismi ESENZIONE su accesso e prestazioni per i traumatismi con esito di frattura o altri traumatismi (anche lievi) purché l’accesso avvenga entro le 24 ore Il ticket è PREVISTO solo per gli accessi da traumatismo “leggero” che comportano ad esempio una semplice medicazione o fasciatura “leggera”. Salvaguardate le fratture, ferite con sutura, lussazioni con apparecchio gessato o altro dispositivo di immobilizzazione permanente dell’articolazione (esempio: doccia o fasciatura rigida) Confermata altresì l’esenzione in caso di accesso conseguente alla presenza di corpo estraneo oculare Accessi con impegnativa del medico curante o del medico di continuità assistenziale (guardia medica) Situazione non vincolante e ininfluente ai fini dell’applicazione del ticket* NUOVA ESENZIONE su accesso e prestazioni Accessi da parte di donne vittime di violenza di genere o da parte di uomini vittime di violenza sessuale o domestica (art. 3 lett. b Convenzione di Istanbul) Situazione non vincolante e ininfluente ai fini dell’applicazione del ticket* NUOVA ESENZIONE su accesso e prestazioni Primo accesso in Pronto soccorso (bianco o verde) succeduto (entro 48 ore) da altro accesso per stesso motivo con successivo ricovero Situazione non vincolante e ininfluente ai fini dell’applicazione del ticket* NUOVA ESENZIONE su accesso e prestazioni Pazienti minori ai 14 anni Infortuni riconosciuti da INAIL Esenti per reddito Invalidi superiori ai 2/3 Accessi per avvelenamento acuto Accessi seguiti da ricovero o da osservazione breve Pazienti inviati da altro pronto soccorso ESENZIONE su accesso e prestazioni ESENZIONE su accesso e prestazioni Altre esenzioni per condizione soggettiva: donazione di sangue vittime di terrorismo vittime di guerra persone danneggiate da complicanze irreversibili a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati ESENZIONE su accesso e prestazioni ESENZIONE su accesso e prestazioni *L’accesso segue le regole generali pertanto il codice bianco o verde soggiace al ticket se non ricorrono i casi di esenzione previsti dalla dgp. 1788/2011



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi