Tre donne: storia, amore, coraggio nel Novecento italiano

Domenico Piero Bocchio – Tre donne: storia, amore, coraggio nel Novecento italiano – Spinetta Marengo (AT), “E. Canepa”, 2016. – 192 p. (127)

Non si tratta di grandi scrittori, pure ci sono libri scoperti nelle nicchie librarie del Piemonte, scritti da autori che coinvolgono e giungono graditi per le forme ed i contenuti dei loro scritti, frutto di profonde osservazioni e riflessioni sulla vita.

Domenico Piero Bocchio è uno di questi, che con la sua sensibilità, intelligenza e nobili sentimenti, ha scritto un romanzo alla Manzoni, realistico e verosimile, con tanti avvenimenti storici nei quali inquadra i destini paralleli di tre donne.

La stanza numero 7 del reparto di ginecologia dell’ospedale San Raffaele di Milano – quell’ospedale di don Verzé così travagliato da tristi vicende negli anni passati – venerdì 28 gennaio 2011 riceve le vedove Lucia e Maria, accompagnate dai figli, e Olga, accompagnata dal marito, tutte non più giovanissime, per l’asportazione, in tutte e tre, di un carcinoma mammario.

Mai conosciutesi prima, il comune male le rende vicine e solidali oltre che confidenti.

Bocchio, molto acutamente e facendosi guidare dalla tanta umanità che lo caratterizza, traccia i drammatici profili psicologici ed affettivi di ognuna, con ampi excursus nelle loro vicende private e familiari, sottolineandone il comune coraggio nell’affrontare le rispettive vite vissute tutt’altro che facilmente, nello scenario della guerra e negli anni pre e post bellici. Vite vissute traboccanti di sofferenze, sconforti, difficoltà e poche positività, confortate da brevi attimi di serenità e felicità; scenari però sempre illuminati dalla fede, ed alleviati dai vari don Anselmo, don Angelo, frate Illuminato, frate Innominato…

I rispettivi mariti, Giovanni, Dante e Corrado, sono per fortuna persone per bene che rendono loro il difficile quotidiano più accettabile; anche il loro positivo ricordo aiuterà le vedove nel triste momento dell’operazione.

Tranne che per Olga – che avrà dopo l’operazione una ricaduta, con una conclusione comunque per fortuna felice – ogni cosa andrà bene e, possiamo dire, “tutti vissero felici e contenti…” .

Nella lettura occorre prestare attenzione non solo al gradevole e scorrevole linguaggio “di una volta”, proprio dei nostri padri, ma pure ad alcuni aspetti di una certa importanza, anche se il coraggio, la forza e l’amore delle tre donne sono i primi protagonisti della narrazione.

Non devono passare inosservati, ad esempio, i periodi in cui l’atrocità del potere e della guerra snaturano i comportamenti umani fino a rendere alcuni uomini e le donne “oggetti” di divertimenti o sfogo nelle mani di altri uomini, loro aguzzini, o dove l’autore sottolinea le difficoltà della ripresa nei primi anni dopo il conflitto, quando cioè era necessario “ricostruire” gli italiani materialmente e moralmente, o fa rivivere il clima di certi anni oggi chiamati di rivoluzione culturale o sessantottini. Molto interessante è anche la ricostruzione delle vicende degli incrociatori Trieste, Gorizia e Fiume che danno un’idea di come sia stato difficile vivere, e subire, la guerra “per mare”, nello specifico per Giovanni marito di Lucia (sopravvissuto) e per il suo amico Antonio (deceduto).

Insomma, un libro da leggere per imparare a conoscere ed affezionarsi a quei personaggi vivendo con loro ansie e paure, piaceri e soddisfazioni, per ricordare – per i meno giovani come noi – quei tempi, quelle abitudini, quelle canzoni… e, soprattutto, riscoprire i buoni sentimenti di una volta ed anche la fede di quegli anni oggi così tanto “annacquata”, fede che fa dire ad uno dei protagonisti “Nulla è impossibile a Dio”.

Franco Cortese Notizie in un click                                           
 



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi