UN ISTITUTO A RISCHIO ESTINZIONE

Da tempo il nostro Istituto sta vivendo crescenti difficoltà nel mantenere numero e qualità delle attività erogate, sempre elevate ma in costante calo, difficoltà aggravate dal caos, e dalle incertezze economiche e finanziarie.

A fronte di un “perimetro” (termine caro al Direttore Generale e molto in voga attualmente) finanziario definito che comprende la riduzione del finanziamento regionale ed i maggiori costi legati al passaggio di personale dall’area Ricerca all’area Assistenza abbiamo ripetutamente chiesto chiarezza sulle previsioni di bilancio 2018, senza che ad oggi sia arrivato alcun chiarimento. Solo qualche vaga indicazione su possibili tagli ai servizi, che stanno determinando forte e condivisibile apprensione fra gli operatori delle ditte appaltatrici.

Mentre si continua a vociferare di possibili dimissioni/pensionamento di questo o quel dirigente, o in alternativa in fuga verso altre amministrazioni.

Tutto questo con una direzione generale che si preoccupa più delle trasferte all’estero (che dovrebbero portare a collaborazioni dai contenuti per ora poco chiari) che dei problemi dell’istituto, di un presidente e consiglio di amministrazione più attenti al proprio ruolo che ai bisogni dell’istituto.

Non si possono peraltro tralasciare le responsabilità della Fondazione (il cui presidente è l’Arcivescovo di Genova), che impegna ingenti risorse economiche in una struttura che non ha più niente a che fare con il nostro istituto quale il CISEF, piuttosto che sostenere e rilanciare le attività assistenziali e di ricerca del Gaslini.

Questa mancanza di attenzione ai problemi reali dell’Istituto riguarda anche alcune organizzazioni sindacali aziendali, più orientate ad occuparsi degli interessi di pochi, proponendo costantemente una conflittualità fine a se stessa che nella migliore delle ipotesi risolve per il singolo ma è devastante per tutti gli altri, e per la sostenibilità economica.

E’ l’ennesima dimostrazione che quando non si è in grado di gestire i processi si cerca consenso in ogni modo a costo di far fallire l’intero sistema.

Il nostro obbiettivo è diverso. Continueremo a lavorare per fare in modo che il nostro Istituto non faccia la fine dell’IST che è stato trasformato in un padiglione del S. Martino.

Ci è stato detto più volte che all’interno di un perimetro finanziario definito bisognerà decidere quali saranno le attività da mantenere, quali quelle da sviluppare e quali quelle da contrarre, non potendo sostenere un aumento di attività (auspicabile, secondo noi) che porterebbe ad un aumento dei costi. Un’impostazione del genere, che certifica la fine dell’Istituto, ci vedrà sempre contrari. C’è bisogno invece, parallelamente ad un percorso di razionalizzazione delle attività in essere, di un piano di investimenti strutturale e di sviluppo guidato da dirigenti capaci, sia in ambito sanitario che della ricerca.

L’attuale classe dirigente dell’istituto non sembra purtroppo in grado di garantire il salto di qualità necessario.

Per questo chiediamo ancora una volta, e in modo particolare a chi ha responsabilità dirette sulla gestione del nostro Istituto, ovvero Regione e Fondazione Gaslini, che si attivino per l’ avvio di un programma di investimenti straordinari per rilanciare l’Istituto e valorizzare le risorse umane ancora presenti.

L’attuazione di questo programma non potrà prescindere dall’individuazione di una nuova dirigenza che sia veramente in grado di far tornare il nostro istituto il punto di eccellenza riconosciuto da tutti per la pediatria italiana e per l’attività di ricerca ad essa correlata.

Tutto questo non è più rinviabile se non si vuole ancora una volta far pagare queste incapacità ai lavoratori e all’utenza che afferisce al nostro Istituto.

Auspichiamo che questa convinzione diventi patrimonio di tutti, per arrivare ad un forte processo di mobilitazione dell’opinione pubblica e del personale dell’Istituto che possa fare in modo di intervenire radicalmente su questa ormai insostenibile deriva decisionale.

I delegati RSU e Comitato degli iscritti FP Cgil Gaslini



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi