Una strategia Europea internazionale alpina, dalla Svizzera alla Slovenia: la Commissione Europea decide una maggior tutela per l’ecosistema naturale

Si chiama Eusalp, varata in questi ultimi giorni di luglio, coinvolge una popolazione di circa 70 milioni di abitanti suddivisi in 48 regioni e 5 stati: Austria, Francia, Germania, Slovenia e, naturalmente, Italia, e si aggiunge alla altre tre precedentemente varate dalla Commissione Europea: Mar Baltico, Danubio e Adriatico-Ionica.

Si tratta di una strategia ad ampio respiro mirata alla protezione degli habitat naturali interessati e rende merito alla Unione Europea spesso tacciata di non fare nulla per i cittadini. Per l’Italia sono coinvolte Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Province autonome di Trento e Bolzano e Friuli Venezia Giulia, regioni che ora dovrebbero vedere rafforzata non solo la solidarietà e cooperazione, già esistente, ma anche la ricerca e l’innovazione, la mobilità, il turismo, la tutela ambientale e la gestione delle risorse energetiche, che rappresentano le priorità comuni per le quali dovrebbe nascere una nuova cooperazione.

Enrico Borghi, presidente nazionale Uncem e presidente dell’Intergruppo parlamentare per lo sviluppo della montagna al riguardo così si è espresso: “L’approvazione, da parte della Commissione Europea, del piano d’azione per la Strategia macroregionale alpina costituisce un grande risultato. Per la prima volta, l’Europa riconosce sia la soggettività delle Alpi come serbatoio ecosistemico naturale, e come ambito nel quale attuare politiche specifiche. È un risultato al quale l’Italia ha lavorato per anni, sia a livello parlamentare e governativo che a livello regionale e degli enti locali, e premia le idee e le proposte che in questi anni abbiamo messo sul tavolo. L’Italia e’ il più grande stato alpino, anche se talvolta se ne dimentica, e ora abbiamo un grande banco di prova per attuare politiche specifiche per questi territori. Mi auguro che si prosegua lungo il versante della leale collaborazione istituzionale sin qui seguita, al fine di mettere in campo nei prossimi anni azioni sistemiche di tutela e valorizzazione delle risorse ambientali e culturali, della connettività e della ricerca e innovazione come prevede il piano di azione oggi varato da Bruxelles.”

Il commissario europeo alla politica regionale, Corina Cretu, sottolinea invece che l’ottenimento di questi risultati è dipeso : “…in larga misura dall’impegno profuso e dal senso di appropriazione sviluppato: abbiamo pertanto bisogno di una leadership politica forte e del coinvolgimento attivo di tutti i partner regionali e nazionali per sfruttare pienamente il potenziale di questa strategia”. 

Nello specifico la strategia – che assumerà concretezza da fine anno – comprende predeterminati interventi mirati a quattro obiettivi principali: crescita economica ed innovazione con attività di ricerca su prodotti e servizi specifici, connettività e mobilità, tendente al miglioramento della rete stradale e ferroviaria, senza dimenticare l’incremento utenti alla rete Internet (in questo caso, trattandosi di zone montane il segnale è sempre difficile, per cui verrà preso in considerazione l’uso di satelliti), ed infine ci saranno gli interventi nel campo dell’ambiente e dell’energia con la messa in comune di risorse per salvaguardare l’ambiente e l’efficienza energetica,

Eusalp dovrebbe basarsi su un modello di governance diverso da quello delle altre macroregioni europee, con un bilanciamento del diritto di voto fra Stati e Regioni.

Il prossimo importante appuntamento per le 48 regioni interessate da Eusalp, sarà un incontro in programma per l’8 e il 9 ottobre a Milano.
Il link al sito Web ufficiale è: www.alpine-region.eu ; www.alpinestrategy.eu.

Accedendo vi si trova una parte internazionale, in lingua inglese, con homepage e sezioni specifiche, amministrata dalla Regione Lombardia.

Vi sono anche sette sezioni nazionali, ciascuna nella propria lingua.

Si invita a partecipare all’iniziativa rispondendo al questionario tramite il link:
http://www.alpine-region.eu/italy/intro-questionnaire.html
Franco Cortese Notizie in un click luglio 2015



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi