VACCINI: ECCO LA VERITA’ SULLE REAZIONI AVVERSE

ORA L’ASSOCIAZIONE CHIEDERA’ ALLA MAGISTRATURA DI EFFETTUARE VERIFICHE D’UFFICIO SU CORRISPONDENZA DATI AIFA

Lo scorso maggio il Codacons ha inviato una formale richiesta alle Regioni in cui, ai sensi della legge 241/90, si chiedeva copia delle comunicazioni inviate dalle stesse all’ AIFA in merito alle reazioni avverse alle vaccinazioni sul territorio di competenza nel periodo 2014-2017.

In un primo momento ciascuna regione ha negato l’accesso a tali numeri, affermando che AIFA avrebbe provveduto alla pubblicazione dei dati entro il mese di giugno (con riferimento ai dati 2017) mentre per i dati degli anni precedenti si richiamavano i rapporti post marketing AIFA già pubblicati. Una risposta che non convinse l’associazione e che portò ad una nuova diffida, grazie alla quale ora alcune regioni hanno ceduto, fornendo al Codacons i dati richiesti.

Si scopre così dai primi documenti inviati dalle regioni che la Lombardia, nel 2016, ha ricevuto 36 segnalazioni di reazioni avverse gravi; la Valle D’Aosta, nel periodo 2014/2016, 12 segnalazioni di cui 5 gravi; l’Umbria 70 segnalazioni di reazioni avverse ai vaccini (tra il 2014 e il 30.9.2017 di cui la metà definite reazioni gravi) e 3 decessi nel periodo considerato (legati ai vaccini antinfluenzali, di cui non è stata provata la correlazione).

Una recente inchiesta della trasmissione Report sul vaccino HPV aveva svelato che i dati aggregati pubblicati dall’Aifa non appaiono esaustivi e, come già rilevato, non sempre corrispondono a quelli segnalati dalle regioni.

Per tale motivo il Codacons investirà della questione la magistratura, inviando alla Procura di Roma i dati forniti dalle regioni e chiedendo di accertare se i numeri forniti dall’Aifa siano corretti o sottostimati.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi