VINCE L’AZZARDO, PERDIAMO TUTTI

Questa è una sconfitta che fa male. Non tanto a questa amministrazione che crede fermamente nella necessità di arginare il fenomeno della azzardopatia, quanto all’intera città.

Secondo il Tar di Firenze, i dati del Cnr e dell’Asl con cui abbiamo supportato la nostra ordinanza per limitare gli orari di apertura delle sale slot sono troppo vecchi (vanno dal 2008 al 2015) e non si riferiscono a Livorno ma all’intero contesto nazionale. E questo è stato sufficiente per negare l’emergenza e bocciare la nostra ordinanza.

I dati più recenti però ci sono e ve ne dico uno per tutti: nel 2016 ogni famiglia livornese ha speso in media 273 euro al mese in giochi d’azzardo, mentre ne ha spese 460 per comprare cibi e bevande. Altri dati drammatici e interessanti li trovate qui (goo.gl/uj39Ly). Ditemi voi se questa non è un’emergenza.

In ogni caso, noi non intendiamo fermarci qui e stiamo lavorando da tempo a un nuovo regolamento.
nel frattempo però è importante che si muova il Parlamento. E magari il nuovo governo. Non sarebbe male se all’interno dell’accordo tra DiMaio e Salvini si inserisse un provvedimento serio per arginare la ludopatia.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi