Vittime delle foibe, la condanna di Rossi per la targa bruciata

“Ogni atto di vandalismo è da condannare ma quando prende di mira simboli importanti del dolore collettivo lo è ancora di più. Il nuovo danneggiamento ai danni della targa che commemora le vittime delle foibe è un gesto dettato dall’ignoranza, che colpisce chi non può replicare e che la città respinge decisamente, così come respinge altre provocazioni gratuite e vigliacche. Siamo una terra che coltiva i valori del dialogo, della tolleranza e della riconciliazione e coltiviamo una memoria che ricuce le lacerazioni della storia. Questi comportamenti non ci appartengono in alcun modo”. Questo il commento del presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi in merito all’atto di vandalismo che ha preso a bersaglio la targa commemorativa dedicata alle vittime delle foibe di largo Pigarelli.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi